Avanti popolo, alla riscossa!

Direttamente dal manifesto dell’Aula Studio San Vitale, allocata nell’omonima via, trascrivo: «A prescindere da chi ha già deciso della sua chiusura. A prescindere dalle promesse di aule nuove e dorate. A prescindere dall’UNIVR e dai suoi eventi farlocchi chiamati “cultura” ma promossi con #toyota e saltimbanchi».

Carissimi lettori de «La Gallina Ubriaca», la situazione appare chiara dall’incipit di questo pezzo di cronaca. Già da qualche settimana i frequentatori abituali della suddetta aula digitano messaggi indignati per farsi sentire/leggere con l’intento di evitarne la chiusura, anche se si tratta di (cito) «quella parte di UNIVR forse squallida, piccola, senza aria né internet». Mi chiedo: perché mai si dovrebbe rinunciare a tutto questo per delle aule nuove e dorate?

In ogni caso, forti delle loro convinzioni sulla difesa dello studio in siffatto loco condiviso, questi studenti di certo non le mandano a dire! E i destinatari delle loro ire sono stati diversi: l’Università in primis; poi Max Pezzali, accusato di marchettaggio per l’evento tenutosi in ateneo lo scorso 11 marzo; Toyota che, nonostante abbia regalato una Prius Hybrid all’Università per ridurre le emissioni inquinanti e permettendo di fatto l’eliminazione delle spese della famigerata “auto blu”, non ha avuto la grazia dell’indulgenza da parte degli scolari vitaliani; gli Univrtellers – il  blog di studenti che parla dell’Università agli altri studenti – che sono stati tirati in ballo come creatori del link sull’evento, complici di Pezzali e Toyota; addirittura non è loro sfuggita nemmeno la presidentessa del consiglio studentesco, Maria Giovanna Sandri, che con un messaggio su Facebook, si presume abbia cercato di inforcare una via diplomatica per risolvere la situazione: «Non riuscendo a pubblicare un post sulla pagina scrivo qui, sperando che leggiate il messaggio: il delegato del Rettore alle politiche studentesche Giorgio Gosetti mi ha contattata poco fa per rendermi nota la sua disponibilità a incontrare le organizzatrici e gli organizzatori di questa assemblea. Piacerebbe anche a me discutere assieme a voi e al delegato della questione. Attendiamo riscontro, grazie!». Purtroppo la negoziazione non ha avuto esito positivo, almeno in un primo momento, perché la risposta di San Vitale è stata: «Ciao Maria, grazie per lo spam, ma la domanda sorge spontanea: di che cosa stai parlando? Sembra che la risposta di #univr sull’Aula Studio San Vitale sia chiara: quest’aula s’ha da chiudere! Detto ciò, buona vita». Tuttavia, qualche giorno dopo, sul noto social network zuckerberghiano si veniva invitati: «Mercoledì 25 marzo, alle ore 16.30, ci ritroveremo tutti/e nel chiostro dell’Università. Incontro con Giorgio Gosetti, delegato del Rettore». Insomma, non guardano in faccia proprio nessuno! A questo punto non ci resta che osservare i prossimi sviluppi: d’altronde stiamo assistendo a una rivolta studentesca targata 2015. Quando ci ricapita?

Francesca Assenza

Annunci

Commenta l'articolo

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...