The other side of Expo

Sulle pagine de «Il Fatto Quotidiano» del 27 marzo scorso si leggeva a caratteri cubitali: «Così Expo si compra i giornali». Articolo che, degno del più dettagliato dei libri contabili, snocciolava tutti i soldi che Expo aveva sborsato alle varie testate italiane (dal «Corriere della Sera» e «Sole 24 ore» alla «Stampa e Giornale», passando per «Repubblica», fino al «Secolo XIX», e tanti altri): ben più di 50 milioni di euro, per promuovere la buona stampa e tacere su tutti i camouflage messi in atto. Purtroppo «La Gallina Ubriaca» non ha ricevuto nemmeno un centesimo; quindi, ci vediamo “costretti” a non tacere nulla e ad esporre le nostre considerazioni. Bene, si potrebbe parlare, per esempio, di Oscar Farinetti (patron di Eataly) e della gara d’appalto “deserta” che lo ha fatto vincere a tavolino contro tutte le altre aziende “inesistenti” come – per dirne una – Sassone, ma che poi però ha denunciato il fatto all’autorità anti-corruzione. Adesso, l’ANAC ha chiesto di visionare i documenti e, ad un Travaglio che sottolinea la cosa dalle telecamere di Servizio Pubblico, Farinetti gli dà pure del villano. Potremmo discutere dei cantieri a cielo aperto che, come per magia, dovrebbero diventare spazi adibiti ad ospitare le persone che pagano il biglietto per visitare la fiera universale. Ovviamente, se siete in possesso di un costume da muratore entrate gratis. Oppure, si potrebbe affrontare il discorso sui giovani choosy italiani che rifiutano un contratto lavorativo di sei mesi a 1300 euro netti. Aspettate! Hanno scherzato…in realtà non a tutti spetta questa cifra, ma per la maggior parte dei lavoratori si tratta di 500 euro. Intanto, dalle pagine social si eleva un grido a colpi di hashtag: #IoNonLavoroGratisPerExpo.

Insomma, su Expo Milano 2015 potremmo continuare all’infinito, ma è meglio soprassedere. Parliamo, invece, di UniVeronaxexpo nato dalla collaborazione – speriamo non tanto stretta – dell’Università di Verona con VeronaExpo. Questa iniziativa rappresenta l’altro lato di expo2015, che prevede la partecipazione dell’Università ad una serie di eventi, conferenze, appuntamenti e incontri ad accesso libero, sulla: «base delle differenti discipline ed aree di ricerca per dare un approccio completo al tema “Nutrire il pianeta. Energie per la vita”. Per rendere proprio questo concetto, l’ateneo ha voluto coniare un sottotitolo: il gusto per la conoscenza».

Il calendario, in continuo aggiornamento, regala a tutti gli abitanti e ospiti della città scaligera la possibilità di visitare e conoscere il territorio. Come a dire che non tutti i mali vengono per nuocere!

Francesca Assenza

Fonti

Servizio Pubblico, http://www.serviziopubblico.it/2015/03/farinetti-lexpo-e-unoccasione-straordinaria/
Huffington post,  http://www.huffingtonpost.it/2014/12/19/cantone-eataly_n_6355402.html
Facebook, https://www.facebook.com/ioNONlavoroGRATISperEXPO

Annunci

Commenta l'articolo

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...