Vieni a ballare in Puglia

Questo articolo vota «sì» al referendum del 17 aprile sulle trivelle. Se vuoi leggere il «No», CLICCA QUI.

Perché votare «sì»? Qualcuno magari se lo sta chiedendo. Forse altri non sanno nemmeno dell’esistenza di un referendum abrogativo. Se volete, potrei spiegarvi in breve il motivo del voto: l’industria del petrolio vuole continuare a bucherellare i fondali adriatici in nome dell’oro nero. Molti di voi potrebbero pensare di non essere interessati in ogni caso, tanto in vacanza vanno a Bora Bora. Eppure dovremmo bene aver chiaro cosa vorrebbe dire un disastro ecologico nel Mediterraneo. Immaginatevi in Puglia: il bel cibo, la bella gente, ma soprattutto il bel mare. State tranquillamente nuotando in acque cristalline, quando improvvisamente venite circondati da una macchia nera che si allarga intorno a voi e che vi circonda. Tornereste di corsa sul bagnasciuga, ma ormai sarebbe troppo tardi: una sostanza oleosa e nera vi si sarebbe attaccata alla pelle. Vi darebbe fastidio e non riuscireste a toglierla. Improvvisamente ecco arrivare i medici e la guardia costiera. Vi metterebbero su una barella e vi aiuterebbero a ripulirvi, con un ammonimento: «Questa roba è tossica; si lasci pulire per favore». Magari fatichereste a capire l’accaduto e iniziereste pure a fare domande, ma tutti sarebbero troppo occupati per spiegarvi cosa sia successo. Chiamereste vostra madre e le direste che è successo qualcosa di grosso, magari fareste pure qualche video ai primi uccelli marini che muoiono cercando inutilmente di sbattere le ali ricoperte dall’olio. Ve ne tornereste al vostro albergo e vi verrebbe comunicato che sarà impedita la balneazione lungo tutto il tratto costiero; a quel punto un ossequioso direttore d’hotel vi consiglierebbe di visitare l’entroterra. Naturalmente si tratterebbe di percorsi che non vi mostrerebbero l’enorme macchia nera che si impadronisce del mare. La vostra vacanza sarà rovinata, prenderete il primo treno e ve ne tornerete a casa, scontenti per aver speso soldi inutilmente. Sapete perché la vostra vacanza è finita? Perché non vi siete informati in tempo e non avete votato a questo referendum. Nella piccola urna sceglierà solo la vostra coscienza. Informatevi e andate a votare.

Elisa Bonomi

Annunci

Commenta l'articolo

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...