Italian Book Challenge – Il campionato dei lettori indipendenti

La Libreria Volante, sorta a Lecco poco meno di un anno fa, è un piccolo angolo di paradiso per tutti coloro che sostengono l’editoria indipendente. A gestirla sono Serena e Andrea, che sono anche le menti dietro l’Italian Book Challenge. Un nome straniero per un’iniziativa invece tutta italiana, che ha coinvolto trentacinque librerie indipendenti da nord a sud dello stivale.

La sfida è semplice: leggere. Per la precisione, leggere entro la fine dell’anno un libro per ognuna delle cinquanta categorie che sono state ideate. Da quelle classiche come «un saggio», «un giallo», «una raccolta di racconti», ad altre decisamente più originali e divertenti: «un libro il cui protagonista svolge il tuo stesso lavoro», «il primo libro che vedi entrando nella tua libreria preferita» e persino «il libro che ti è stato consigliato da una persona che hai appena incontrato». Ce n’è per tutti i gusti. L’importante è comprare i volumi presso una delle librerie che aderiscono all’iniziativa e chiedere al libraio di timbrare ogni volta la propria cartolina “segnapunti”.

Ogni libreria proclamerà il suo vincitore il 18 giugno, in occasione di Letti di Notte, che dal 2012 è la notte bianca dei libri e dei lettori. Non finisce qui, però: la sfida riprenderà e proseguirà fino a dicembre, quando verrà eletto un vincitore nazionale. Il premio in palio? Non poteva che trattarsi di libri. Trentacinque, per l’esattezza, e cioè uno da ogni libreria coinvolta. Del resto, si sa: non c’è regalo che un lettore apprezzi più di un libro.

Nato da un’idea strampalata venuta per caso, l’Italian Book Challenge si è in breve trasformato in un entusiasmante progetto dal significato importante; e la sfida che cela non è tanto quella dei lettori, quanto quella degli editori e dei librai indipendenti. I dati riguardanti la lettura nel nostro paese parlano chiaro e non sono certo incoraggianti: gli italiani leggono poco. Invogliarli alla lettura è uno degli scopi che questa iniziativa si prefigge, certamente, ma non è solo di questo che si tratta. In una società dominata da librerie sempre più simili a supermercati e in cui ad avere la meglio sono titoli come Cinquanta sfumature di grigio, l’Italian Book Challenge è l’esperimento – coraggioso e appassionato – di chi non dimentica il profondo valore sociale della lettura; di chi sa che un libro è un ponte capace di mettere in relazione mondi, di creare una rete; di chi ancora crede, insomma, che un libro non sia mai soltanto un libro.

Elisa Pino

Annunci

Commenta l'articolo

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...