Real Life Theatre

«Hey Bob, sei pronto? Arthur ti sta aspettando, alzati e dirigiti nel posto che ti è stato indicato, lì troverai tutte le informazioni per svolgere opportunamente il tuo lavoro… ah, una cosa, non fare attendere troppo Arthur.»

Di fronte a questa concitata richiesta la prima cosa che ci si domanda è:«chi è Bob?».
Semplice, Bob è ogni spettatore che il 22-23-24 giugno era presente al debutto dello spettacolo teatrale Lancelot di Fucina Culturale Machiavelli prodotto in collaborazione con Teatro Nuovo di Verona per l’estate 2018.


Una messinscena inaspettata che propone un interessante concept di teatro esperienziale, Real Life Theatre, già in parte sondato nel loro scorso successo, Cecità.
Un format contemporaneo che scardina la tipica idea di Teatro, concepito come luogo chiuso in cui agiscono degli attori.
Un allestimento che porta il pubblico, composto solamente da 8 persone, ad uscire dallo stabile e a vivere le vicende che avvengono in alcune vie, spazi pubblici e privati di Verona.

-real-life-theatre6

Arthur

Un’immersione nella quotidianità della nostra città che parte da un colloquio, fra gli 8 astanti e l’esaminatore, nel Foyer di Fucina Culturale Machiavelli, per proiettarsi all’esterno in luoghi segreti e determinati dalle decisioni che il pubblico prenderà nel corso della narrazione.
Lo spettatore ha un ruolo attivo ed è artefice stesso di questa creazione artistica, fino ad essere elemento fondamentale per determinare il finale della Storia e le sorti dei tre personaggi, Arthur, Ginevra e Lancelot.

-real-life-theatre5-2

Ginevra e Lancelot

I fatti, come avrete potuto intuire, prendono spunto dal racconto di Lancillotto e Ginevra, del celebre romanzo di Chrétien de Troye, sebbene le ambientazioni e i temi siano state attualizzate.
Arthur da re è divenuto un ricco imprenditore di un noto marchio d’abbigliamento ed è sposato con Ginevra, la quale lo tradisce con una delle figure più importanti dell’impresa, Lancelot, nonché amico dello stesso Arthur.
Una storia che rileva tradimenti, amori celati e che induce lo spettatore a decidere se tacere o parlare di fronte all’evidenza.

Un’esperienza artistica che mette in crisi coloro che la sperimentano. Una lotta continua fra dovere, morale e passione che gli attori sono riusciuti a ricreare e a trasmettere agli osservatori proiettandoli all’interno del vortice emotivo dei loro personaggi. Uno spettacolo curato, curioso e innovativo che ha saputo regalare ottimi momenti di gioco e di riflessione.

Lancelot

testo e regia Sara Meneghetti
con Anna Benico, Sabrina Carletti, Mirko Segalina e Stefano Zanelli.

 

 Valeria Pegoraro (Valérie Blueor)

Annunci

Commenta l'articolo

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...