Cambiare le cose

Non vi è mai capitato di avere una profonda sensazione di inadeguatezza? Come se le vostre scarpe fossero troppo strette? Ci cammini bene e ti accorgi del dolore solo quando le togli e tiri un sospiro di sollievo che non ti aspettavi di avere dentro di te.

Così è come descriverei la voglia di cambiare le cose, così le cose che ci stanno intorno cominciano ad andarci strette. Il problema è che la maggior parte del tempo non ce ne accorgiamo. Diamo la colpa alla stanchezza, al fatto che magari è un brutto periodo. Ci può stare, ma riflettete se questa sensazione sembra non andarsene più. Ci si ritrova a respirare un’aria che sa di chiuso, senza poterlo capire. Se vi riconoscete, allora forse avete bisogno di cambiare. Il bello dei cambiamenti è che possono essere di qualsiasi entità. A volte anche solo cambiare vestiti può soddisfare il prurito e darvi una boccata di ossigeno. Altre volte possono essere necessarie misure più drastiche. Una cosa che con me ha sempre funzionato è spostare qualche mobile. Non deve per forza essere grande, ma cambiare la configurazione di un ambiente familiare può far sembrare tutto nuovo. Bene sanno descrivere questa sensazione i fuorisede, che cambiano aria almeno un paio di volte all’anno. Vi è qualcosa di straordinario nei cambiamenti che possiamo fare intorno a noi perché sono in grado di restituire novità ad una vita altrimenti monotona. Sono grandi strumenti di innovazione e vi danno la possibilità di guardare e vivere il mondo in maniera diversa ogni volta che decidete di cambiare qualcosa. Io credo ci sia un motivo per il quale le stagioni cambiano ogni quattro mesi, perché ci sono il giorno e la notte. Abbiamo bisogno del cambiamento quanto abbiamo bisogno dell’aria. Lo dice anche la fisica: l’entropia è una forza inarrestabile. L’immobilità è sempre più tossica di un cambiamento. Quindi perché abbiamo paura di cambiare? La risposta è sempre l’entropia, la risposta è la tendenza al caos, che noi esseri umani odiano ferocemente. Per questa volta, però, mi sento in dovere di consigliarlo. Sia mai che il caos ti dia le risposte che cerchi. 

Luca Ortolani

Commenta l'articolo

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...