Il pollo all’arancia

Hai invitato a casa partner o amici, promettendo loro una cena coi fiocchi, ma hai dimenticato di fare la spesa e ora in dispensa c’è solo la cassetta di arance che il tuo coinquilino ha preso in offerta al Lidl per €1,99? Niente paura, ci pensa Mamma Irene a salvarti egregiamente la faccia, con un … Leggi tutto Il pollo all’arancia

Mi fido di te

Forƨe fa male, eppure mi va Di ƨtare collegato, di vivere di un fiato Di ƨtendermi ƨopra al burrone e di guardare giù La vertigine non è paura di cadere ma voglia di volare Mi fido di te Tutta la mia cultura musicale (anche se non troppo ampia) inizia da un grosso stereo di mia … Leggi tutto Mi fido di te

Stagione z

Ormai siamo alle porte della primavera: le giornate si allungano e scaldano, germogliano i primi boccioli sugli alberi e si formano sotto i tetti spioventi delle case i primi nidi di rondine. Gli studenti dell’università non sono più alle porte della primavera della vita, ma si può dire che siano nel caldo periodo tra la … Leggi tutto Stagione z

Una bilancia sotto l’albero: come evitare il body shaming a Natale

Il Natale e le feste si avvicinano inesorabilmente. Un altro anno, bello o disastroso, è passato e quel periodo è ormai giunto. Canzoncine e decorazioni appese in tutte le case e le strade, caldi e imbarazzanti maglioni colorati, le gioie di rivedere la propria famiglia al completo, capitalismo a fiumi e tisane bollenti. Anche chi … Leggi tutto Una bilancia sotto l’albero: come evitare il body shaming a Natale

Bagni sporchi e discriminanti: quando due non sono abbastanza

Nelle ultime settimane il liceo Cassinari di Piacenza ha fatto parlare di sé: infatti proprio quest’anno gli studenti hanno scelto di affiancare alle tradizionali targhette dei bagni il simbolo arcobaleno, per permettere a chiunque di poter accedere ai servizi senza discriminazione. La direzione scolastica ha approvato pienamente l’iniziativa, dimostrando supporto nelle scelte e nei modi … Leggi tutto Bagni sporchi e discriminanti: quando due non sono abbastanza