Bye bye buddy!

Il 29 marzo il Regno Unito ha ufficialmente avviato le procedure per la sua uscita dall’Unione Europea consegnando la lettera, firmata il giorno prima dalla premier Theresa May, con la quale il governo di Londra comunica al presidente del Consiglio Europeo, il liberale polacco Donald Tusk, la volontà di ricorrere all’applicazione dell’articolo 50 del Trattato di Lisbona. L’articolo in questione regola appunto l’uscita volontaria di un paese membro dall’Unione, e la sua applicazione non aveva avuto precedenti. Continua a leggere