Odi et amo

C’è una cosa che vorrei finalmente dire al signor Baricco, per mettere le cose in chiaro a qualche anno dall’inizio della nostra frequentazione: a scherzare troppo col fuoco si rischia di rimanere scottati. Ma in cuor mio so che lui questo già lo sa, e sarei pronta a scommettere che è proprio per un irresistibile gusto di essere egli stesso uno dei suoi personaggi che il Preside continua imperterrito a scrivere come sempre ha fatto, fregandosene di tutto il resto. Continua a leggere

Amore, cucina e curry

Tratto dall’omonimo (benché diversissimo) romanzo di Richard C. Morais, il film in realtà si intitolerebbe The Hundred-foot Journey – e mai riuscirò a capire perché in Italia si avverta il bisogno di stravolgere così tanto i titoli originali. Anche perché è davvero il viaggio, sia fisico che psicologico, a giustificare e reggere tutta la trama, di per sé molto semplice e, se fin dalla primissima inquadratura non è così difficile capire che sì, l’amore, la cucina e le spezie sono gli elementi essenziali di questa commedia, c’è dell’altro in ballo. Continua a leggere

Elena missing – ma va bene così

Cara Elena Ferrante,
voglio dirti che nemmeno mi interessa sapere se ti chiami davvero così o se invece il tuo nome è Anita o, perché no, Domenico – per anni mi sono imposta di non sapere che faccia avessero i miei scrittori preferiti, quindi figurati se ho problemi con il fatto che tu non abbia mai mostrato il tuo volto in pubblico o che dietro al tuo nome si celi una persona completamente diversa. Continua a leggere