S.Ce.F. – Stasera Ceno Fuori!

S.Ce.F., acronimo di Stasera Ceno Fuori, è un progetto sperimentale di integrazione per ragazzi affetti da disabilità, che prende luogo a Sona, presso gli spazi del Centro Diurno Il Gomitolo, tutti i lunedì sera fino al prossimo giugno. È ideato e realizzato dalle due educatrici Serena Zanini e Rosalia Falconetti, entrambe laureate in Scienze dell’Educazione all’Università di Verona, che durante le loro esperienze lavorative nel territorio e nel settore, seppur molto diverse, hanno conosciuto la quotidianità dei ragazzi disabili, comprendendo le loro difficoltà nell’avere relazioni di amicizia autentiche e durature. Continua a leggere

Santa Marta Open Day 2017

Anche quest’anno, per celebrare la magnificenza della Scuola di Magia e Stregoneria di Santa Marta, è stato organizzato un Open Day per dar modo all’Università di tirarsela non poco. Chiariamoci: la sede è spettacolare e merita tutta la valorizzazione del mondo, ma dalla comunicazione d’ateneo a volte sembra che i ventimila studenti dell’UNIVR vivano tutti lì. Continua a leggere

Hot lines

«Buongiorno, vorrei iscrivermi alla facoltà di Scienze Motorie».
«Ma se nel piano di Economia Aziendale c’è scritto che è consigliata la magistrale, mentre in quello di Economia e Commercio no, vuol dire che se faccio Economia e Commercio poi non potrei più proseguire?» Continua a leggere

Fuori di che?

Ogni anno si assiste a un interessante fenomeno di emigrazione studentesca. Si tratta dell’esodo di circa 250.000 studenti  che decidono di lasciare la città in cui vivono in nome dello studio e dei loro sogni grandi. Uno studente che decide di alloggiare lontano dal proprio indirizzo di residenza accede di diritto allo status di fuorisede. Continua a leggere

The other side of Expo

Sulle pagine de «Il Fatto Quotidiano» del 27 marzo scorso si leggeva a caratteri cubitali: «Così Expo si compra i giornali». Articolo che, degno del più dettagliato dei libri contabili, snocciolava tutti i soldi che Expo aveva sborsato alle varie testate italiane (dal «Corriere della Sera» e «Sole 24 ore» alla «Stampa e Giornale», passando per «Repubblica», fino al «Secolo XIX», e tanti altri): ben più di 50 milioni di euro, per promuovere la buona stampa e tacere su tutti i camouflage messi in atto. Continua a leggere