Finzione o realtà?

Sono ormai passati più di venti anni da quando internet e in particolare i social network hanno iniziato a far parte della vita delle persone, cambiando radicalmente il modo di vedere la realtà. Grazie a loro, conoscere persone, luoghi e culture è diventato semplice ed economico: basta infatti un solo click per visitare le strade più famose di Londra, trovare alcune delle ricette della tradizione, conoscere in tempo reale tutte le notizie provenienti dal mondo in qualsiasi momento della giornata e condividerle con gli amici. Nonostante internet abbia portato benefici alla maggior parte delle persone, allo stesso tempo ne ha anche ingannate alcune.

Infatti, come sapete bene, il mondo del web è un universo pieno di insidie e pericoli che sono davanti ai nostri occhi senza che nemmeno ce ne accorgiamo e non parlo solo del dark web o delle truffe, ma anche dei siti web e in generale delle notizie che girano su Instagram, Twitter e Facebook. Mi riferisco in particolare alle fake news, ovvero alle informazioni caratterizzate da un’apparente credibilità che vengono divulgate ad un pubblico inconsapevole; la diffusione di queste bufale ha visto un notevole aumento con i social network, dal momento che tutti possono scrivere qualsiasi cosa e diffonderla in ogni momento nel web. Celandosi dietro titoli accattivanti, immagini curiose e addirittura finte testate giornalistiche, ingannano i lettori in modi diversi, rendendo talvolta difficile da riconoscere ciò che è vero da ciò che è falso. 

Per evitarle, o  almeno capire quando sono delle bufale, è necessario avere gli occhi aperti ed essere attenti, pazienti e soprattutto non avere fretta, poichè la velocità e la distrazione rendono le persone facilmente ingannabili: quante volte nel leggere una notizia la si reputa vera solo perché il nome del sito letto rapidamente sembra credibile (Il Fatto Quotidaino al posto de Il Fatto Quotidiano)? Quante volte poi, scorrendo velocemente le notizie, ci siamo imbattuti in titoli corti, non ben chiari, che suscitavano curiosità, per poi scoprire una volta letto il contenuto che si parlava di altro? 

Insomma, le fake news sono ovunque e se siamo attenti riusciamo ad evitarle. Tuttavia a volte è impossibile riconoscerle solo attraverso titoli, foto ed errori grammaticali: è necessario andare oltre e provare a confrontare una notizia con altri siti in modo da avere una visione più panoramica e razionale. 

La quantità di bufale aumenta notevolmente con i social network più usati in cui milioni di persone pubblicano e commentano giornalmente qualsiasi cosa. Inoltre il follower medio che legge e vede certi contenuti tende a ritenerli veritieri per il numero di visualizzazioni, di condivisioni o di like senza verificare la loro veridicità, preferendo condividerle con gli altri utenti perchè considerate interessanti, divertenti o degne di essere lette.  Ed è così che notizie false si diffondono in maniera esponenziale con una velocità assurda e talvolta preoccupante. 

Questa circolazione veloce è dovuta anche alla presenza di algoritmi che, attraverso le proprie ricerche precedenti, propongono al singolo individuo le notizie più conformi al proprio modo di pensare, notizie che, in confronto alle migliaia che circolano, sono veramente poche. 

La tecnologia ci ha dato gli strumenti per una conoscenza più ampia ma allo stesso tempo ci chiede una maggiore responsabilità. Rispetto al passato non abbiamo più scuse per non interessarci e non conoscere: l’importante è assumere un atteggiamento razionale e distinguere ciò che è vero da ciò che è falso. Perciò, cari amici lettori, la prossima volta che leggete una notizia sul web, chiedetevi se quello che state leggendo può essere attendibile o se in realtà è una falsa verità scritta solo per ottenere soldi e visualizzazioni.

Maria Teresa Tortorella

Commenta l'articolo

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...